Bilingue dal nido

“Un cervello, due lingue, tanti vantaggi” e’ il titolo di una ricerca condotta presso l’Università Ca’ Foscari di VENEZIA nel 2011 a cura di Antonella Sorace, University of Edimburgo & Bilingualism Matters. L’esito della ricerca è un censimento di tutti i vantaggi di carattere cognitivo, sociale, emotivo che implica l’apprendimento precoce del bilinguismo (1).

Il Nido, la Casa dei Bambini e la Scuola Primaria del Centro Internazionale Montessori sono strutturalmente bilingue.

 

UNA SCUOLA BILINGUE

Una scuola bilingue non è una scuola che aumenta, anche considerevolmente, le ore di inglese. In questo caso è legittimo parlare di “potenziamento della lingua inglese”.

Ma una scuola bilingue non è neppure una scuola in cui un insegnante di madre-lingua inglese lavora, alcune ore della settimana, con i bambini. In questo caso è legittimo parlare di “potenziamento della pronuncia della lingua inglese” attraverso l’uso parziale di un lettore.

E’ legittimo parlare di una scuola bilingue quando un bambino lavora, gioca, “studia” in un ambiente in cui operano contemporaneamente due adulti di madre-lingua diversa a tempo pieno.

 

UN BAMBINO BILINGUE

Un bambino bilingue è semplicemente un bambino che può usare una o più lingue regolarmente.

NON vuol dire parlare due lingue perfettamente. Un bambino bilingue è un bambino a cui, nell’ambito familiare o scolastico, si affianca normalmente la pratica di una seconda lingua accanto alla cosiddetta lingua materna.

 

I vantaggi sono notevoli:

  • Usare due lingue modifica il cervello in modo significativo
  • I bambini bilingue distinguono i suoni e le parole delle due lingue anche quando sono simili
  • I bambini bilingue hanno due vocaboli per lo stesso oggetto (ad esempio apple e mela) e due strutture per esprimere lo stesso concetto (I like apples – mi piacciono le mele)
  • I bilingui distinguono meglio tra forma e significato e comprendono il rapporto convenzionale fra gli oggetti e le parole che li rappresentano
  • I bambini bilingue tendono ad imparare a leggere precocemente
  • Le abilità di lettura si trasferiscono da una lingua all’altra
  • I bambini bilingue a scrittura alfabetica hanno una comprensione precoce della corrispondenza tra lettere e  suoni

 

Questi sono solo pochissimi degli innumerevoli vantaggi dei bambini bilingui. Le neuroscienze e la neuro-linguistica contemporanea hanno ampiamente dimostrato che dietro l’apprendimento precoce di una seconda lingua si aprono per la mente umana infinite possibilità.

Maria, Kerry, Chris, Temi e Claire lavorano 5 ore al giorno per tutta la settimana accanto ai bambini del nido della casa dei bambini e della primaria.

Addirittura un giorno a settimana in ogni classe di tutta la struttura si celebra l’English Day: una giornata in cui le insegnanti di madre-lingua italiana si trasformano in assistenti dei loro colleghi di madre-lingua inglesi. Ciò educa i bambini all’accesso a culture diverse, ad una maggiore tolleranza e interesse per l’altro e sullo sfondo implica la possibilità di “trovare lavoro”, da adulti, con maggiore facilità.

Il bilinguismo è pertanto un ottimo investimento per gli individui e la società

 

(1) La ricerca è consultabile presso il sito della Ca’ Foscari  www.unive.it